Sunday, April 25, 2010

Paillettes!!

PAILLETTES!! SEQUINS!!! Dagli abiti dei gentiluomini del passato (nelle foto particolari di modelli probabilmente inglesi datati 1750/'60 il primo 1770/'80 il secondo alle passerelle della moderna haute couture questa piccola sfoglia opalescente ne ha fatta di strada...
From the suits of the gentlemen of the past to the catwalk of the modern haute couture, this little glittery bead has a long story to tell... Dopo le glorie degli anni '60 (nelle foto modelli di Paco Rabanne del 1967)

gli eccessi degli '80 per cui mi posso limitare a citare il nome di Coveri, del quale si scrisse: "le paillette stanno a Coveri come le catene a Chanel" ... After the glories of the sixties and the extravagances of the eighties (I think we all remember Coveri)... e le spettacolarità scenografica degli anni '90 (nella foto la corazza di placche metalliche per una spaventosa con orribili piume "regina della notte" di Thierry Mugler )

and the terrible scenographies of the '90...

paillettes e lustrini sono sempre più usati e fonte d'ispirazione, non solo per la moda :-) (nelle foto il nuovo Selfridges department Store di Birmingham). sequins are always a good inspiration (and not only for fashion designers) - in the picture below, the new Selfridges department Store di Birmingham.

Nel post precedente ho pubblicato un video che illustra come vengono lavorate le incrostazioni di paillettes destinate all'alta moda... In the last post I put a video showing how sequins are worked in fashion designing, with a lot of possibilities in the pret a porter...
... numerosissimi gli esempi di applicazioni anche nel pret a porter (nelle foto un modello con paillettes sovradimensionate Chirtopher Kane AI08908)

... viene da chiedersi: da dove vengono tutte queste paillettes e lustrini? Dall'Italia da dove sennò?! I materiali sono moderni pvc, acetato e poliestere, le forme anche le più fantasiose (vedi l'immagine di apertura del post), le dimensioni inaspettate (fino ad un massimo di cm.40 di diametro!), gli spessori (ridottissimi), le finiture delle superfici con effetti metallici e camouflage...

but where do sequins come from? From Italy! The new materials used are PVC, acetate, polyester, the shapes are fanciful (as seen in the first picture of the post), the sizes can be impressive (up to 40cm.), the metallic and camouflage effects are wonderful!

Devo confessare che le paillettes non mi sono mai piaciute particolarmente, ma dopo essermi resa conto di quanto siano interessanti e significative nella storia della moda... e quanto vasto sia il campo d'applicazione (vedi le lampade a macro paillettes quadrate qui sotto) quasi quasi cambio idea :-)

I have to admit I never liked sequins, but considering their role in the history of fashion and design, and all the ways they can be used (see the megasquare sequins light below), I'm ready to change my mind!

Fonti da cui sono tratte le immagini per questo post:

Pictures taken from: http://www.lustrosa.com/ http://dept.kent.edu/museum/exhibit/embroidery/1997_36_1.htm http://www.fashionanddesigners.com/ http://www.vam.ac.uk/ http://www.style.it/moda.aspx http://i2.photobucket.com/

2 comments:

rachele said...

anch'io le ho sempre snobbate, ma devo dire che usate con parsimonia, un po' qui, un po' la...fanno il loro effetto!!complimenti per il curatissimo post,
ciao rac

Daniela Cerri said...

interessantissimo, grazie amor!